x

Simona D’agostina

Simo2Ha studiato tecnica vocale con Sabrina Olivieri, grazie alla quale si è avvicinata al Jazz, percorso che ha continuato con la cantante e attrice Laura Conti ai Civici Corsi di Jazz diretti da Enrico Intra e Maurizio Franco.

Ha frequentato seminari con Carl Anderson (sull’interpretazione nel canto), con Bob Stoloff, Maria Pia de Vito, Jay Clayton e Michelle Hendricks sull’improvvisazione jazzistica, con Elisa Turlà sul metodo Voicecraft (Base ed avanzato) e con il dottor Franco Fussi sulla voce e la corretta igiene vocale.

E’ membro dei Gospel Light Vocal Ensemble, sestetto vocale diretto da Sabrina Olivieri il cui repertorio spazia naturalmente dal gospel al jazz con qualche incursione nel pop, e nato dalle ceneri di un’altra formazione vocale, i Rainbow Singers dei quali aveva fatto parte nell’ultima fase della loro attività.

Con i Gospel Light si è esibita insieme ai Gospel Times di Joyce Juille e Ronnie Jones, allo stesso Ronnie Jones, lavorando con musicisti del calibro di Fabrizio Bernasconi, Lorenzo Livraghi, Paolo Diotti, Marco Mangelli, Andrea Pollione, Walter Calafiore e Massimo Caracca.

Ha fatto parte della compagnia I Notturni dall’Italia, fondata da Sabrina Olivieri e dall’attore Maurizio Dosi che ha presentato lo spettacolo teatrale Sconcertissimo con testi di Gianni Pettenati sulla musica Italiana fra gli anni 30 e 60, in cui faceva parte del Trio Musetto, trio vocale femminile dalle ricercate armonie vocali curate da Sabrina Olivieri.

Ha partecipato alla realizzazione di un musical originale Te la ricordi Alice? di e con Carlo Ambrogi.300x300-2

Attualmente collabora col pianista, arrangiatore e compositore Nicola Panebianco (direttore musicale e pianista per musical quali Jesus Christ Superstar e Evita per la Planet Musical) e con il chitarrista Salvatore Nanè (Ana Flora).

Inoltre è stata impegnata con Sabrina Olivieri nella registrazione del nuovo disco di Anita Camarella e Davide Facchini, interpreti originali di quello swing un po’ retrò che è parte integrante della nostra tradizione musicale. Il disco, La famiglia canterina, ospita anche due grandi nomi della scena musicale italiana come Franco Cerri e Raf Montrasio.

 

0 Commenti a “Simona D’agostina”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *